Holzedelstreu VOLUMEHolzedelstreu CLASSIC

Condizioni generali di contratto

HAPPY HORSE Pferdestreu Vertriebs GmbH
A-3665 Bärnkopf 57
Part. IVA: ATU57326129 / n° iscr. reg. imprese 237230v / foro competente: Zwettl

  1. Ambito di applicazione delle Condizioni generali di contratto
    1. Per i contratti, in particolare i contratti di acquisto, contratti di lavoro o altri servizi stipulati tra Pferdestreu Vertriebs GmbH, impresa registrata con il numero 237230v presso il registro delle imprese di Krems an der Donau (di seguito denominata anche “Fornitore”) e l’acquirente, ordinante o committente (di seguito denominato "Cliente") si applicano esclusivamente le seguenti Condizioni.
    2. Con la sottoscrizione della conferma d’ordine il Cliente accetta la validità delle presenti Condizioni. Qualora il Fornitore abbia con il Cliente un rapporto d’affari di lunga data, le presenti Condizioni valgono anche se non si fa specifico riferimento alla loro validità. Allo stesso modo, le presenti Condizioni si applicano a tutti i lavori accessori legati all’esecuzione del servizio. Le Condizioni valgono anche per gli ordini successivi, anche se non vengono concordate ex novo verbalmente o per iscritto. Gli accordi verbali con il Fornitore acquistano efficacia solo se confermati per iscritto da parte del Fornitore stesso.
    3. Le disposizioni divergenti dalle presenti Condizioni, indicate nella conferma d’ordine del Fornitore o in accordi separati, hanno la precedenza sulle presenti Condizioni. Le Condizioni generali di contratto o i moduli del Cliente non fanno in alcun modo parte del contratto.
    4. Se il Cliente è un consumatore ai sensi dell’art. 1 comma 1 riga 2 della legge austriaca sulla tutela dei consumatori, si applicano le norme cogenti di detta legge anziché le disposizioni delle presenti Condizioni. Le restanti disposizioni delle presenti Condizioni rimangono tuttavia inalterate.
  2. Conclusione del contratto:
    1. Le comunicazioni del Fornitore, anche su richiesta del Cliente, non sono vincolanti, anche se vi vengono comunicati i prezzi, le date e altre specifiche tecniche; allo stesso modo il Fornitore non si assume alcuna responsabilità per le informazioni tecniche o le proposte di soluzione da lui offerte, al pari di descrizioni, campioni o modelli. Lo stesso vale se il Fornitore invia solo una conferma provvisoria dell’ordine di un Cliente.
    2. Il contratto ha effetto solo al momento della ricezione, da parte del Fornitore, della conferma d’ordine sottoscritta dal Cliente oppure con l’effettuazione della consegna.
    3. Nel caso di divergenze tra la conferma d’ordine sottoscritta dal Cliente e l’ordine effettuato, vale in caso di dubbio la conferma d’ordine.
  3. Consegna:
    1. Se la conferma d’ordine sottoscritta dal Cliente non contiene altre indicazioni, si intende concordata la consegna franco stabilimento (ex works secondo gli Incoterms 2000).
    2. Anche qualora il Fornitore si assuma la responsabilità di consegna della merce secondo quanto stabilito dal contratto, il luogo di adempimento rimane lo stabilimento del Fornitore o il magazzino esplicitamente indicato nella conferma d’ordine.
    3. La consegna concordata implica che la strada sia percorribile con camion pesanti. Anche qualora il Fornitore si assuma, in base agli accordi, la responsabilità di consegna della merce, tutte le spese di trasporto e di imballaggio (spese di consegna) rimangono a carico del Cliente.
    4. Le merci sono ritenute consegnate anche qualora non vengano immediatamente ritirate dal Cliente dopo la notifica di pronta consegna del Fornitore.
    5. La merce è assicurata contro i danni e le perdite solo su richiesta scritta del Cliente e a sue spese.
    6. Il Cliente è tenuto ad esaminare la merce al momento della consegna o al più tardi entro 4 giorni lavorativi. Il Cliente perde il diritto di contestare un difetto di conformità non esaminando la merce o non inviando un reclamo scritto, e specificando esattamente l’oggetto della contestazione, immediatamente dopo il momento in cui avrebbe dovuto notare il difetto di conformità in seguito a debita verifica.
    7. I danni di trasporto visibili esternamente vanno comunicati immediatamente al momento del ricevimento della merce e notificati subito al Fornitore per iscritto indicandone la natura e la portata oppure descritti dettagliatamente sulla bolla di consegna o di trasporto, facendoli controfirmare dal Fornitore per confermare la denuncia dei vizi.
    8. Il rischio di perdita e danni accidentali viene trasferito al Cliente con la comunicazione della disponibilità alla spedizione o in base alla pertinente clausola degli Incoterms 2000.
  4. Ritardo nell’accettazione:
    1. Il Cliente è tenuto ad accettare la consegna nel luogo di adempimento e, se del caso, secondo la clausola degli Incoterms 2000 concordata nel contratto. L’affermazione di diritti riguardanti eventuali difetti di conformità o il fatto che il Cliente non fosse in grado di controllare la consegna non lo autorizzano a rifiutare o a ritardare l’accettazione della merce.
    2. In caso di ritardo di accettazione da parte del Cliente (in particolare per mancata accettazione dopo l’invio della notifica di pronta consegna del Fornitore), la merce viene (i) immagazzinata presso il Fornitore e/o terzi a spese e rischio del Cliente o (ii) spedita al Cliente. Se lo stoccaggio viene effettuato presso il Fornitore, quest’ultimo ha il diritto di richiedere il pagamento di un onere amministrativo corrispondente a quello di un magazzino pubblico. La responsabilità del Fornitore per il deterioramento o la perdita della merce stoccata ricade sul Fornitore solo in caso di dolo o colpa grave. Sono fatti salvi i diritti del Fornitore ai sensi dell’art. 373 segg. del Codice d’impresa austriaco.
    3. Qualora il Cliente non accettasse la merce o l’accettasse solo parzialmente, il Fornitore può (i) recedere dal contratto, dopo aver concesso una proroga del termine di 15 giorni e/o (ii) chiedere un risarcimento dei danni per inadempimento; il Fornitore ha inoltre il diritto di richiedere, senza necessità di dimostrare l’entità dei danni e la colpa ed escludendo il diritto del giudice a ridurre la pena convenzionale, a chiedere il 30% dell’importo dell’ordine e inoltre il risarcimento dei danni effettivamente subiti, inclusa perdita di profitti. Lo stesso vale nel caso di risoluzione del contratto per motivi non imputabili al Fornitore.
  5. Forza maggiore:
    1. Le cause di forza maggiore e altri impedimenti imprevedibili al di là del controllo del Fornitore, come ad esempio astensioni dal lavoro, interruzioni del traffico, sospensioni delle forniture di energia ecc, nonché incidenti avvenuti non per colpa del Fornitore o dei suoi subfornitori, esonerano il Fornitore dall’obbligo di consegna per tutta la durata del loro influsso e anche nel caso in cui si siano verificati presso uno qualsiasi dei suoi subfornitori; in questo caso il Fornitore non è soggetto alle conseguenze del ritardo nell’adempimento.
  6. Termini di consegna:
    1. I termini e i tempi di consegna indicati non sono contrattualmente vincolanti, in quanto soggetti a eventi ed impedimenti imprevedibili. I termini di consegna iniziano a decorrere solo a partire dalla data del ricevimento della conferma d’ordine scritta del Cliente presso il Fornitore. Qualora una data di consegna concordata venisse superata di oltre 6 settimane, il Fornitore è in ritardo di consegna e il Cliente deve accordare una proroga minima di 6 settimane. Alla scadenza di tale periodo senza che la consegna sia stata effettuata, il Cliente può recedere dal contratto, qualora abbia comunicato tale intenzione al momento della concessione della proroga.
    2. I tempi di consegna già iniziati ai sensi del punto 6.1 possono essere interrotti dalle circostanze elencate di seguito e riprendono a decorrere solo dopo la cessazione del motivo dell’interruzione: violazione dell’obbligo di cooperazione del Cliente o altra violazione contrattuale del Cliente relativa a questo contratto o a un altro, la sospensione, l’interruzione o il ritardo del subfornitore ad effettuare la consegna al Fornitore, guasti dell’impianto di produzione e trasporto e tutti i casi di forza maggiore ai sensi del punto 5.
    3. Qualora uno dei motivi di cui al punto 6.2 si prolunghino per oltre due mesi, sia il Fornitore che il Cliente hanno diritto a recedere dal contratto unilateralmente previa dichiarazione scritta. Questo diritto decade per il Cliente (a) qualora egli sia responsabile dell’interruzione o (b) laddove il Fornitore abbia notificato al Cliente la decadenza dell’impedimento e annunciato la consegna entro un termine ragionevole.
  7. Consegne parziali:
    1. Il Fornitore è autorizzato ad effettuare, a meno che venga espressamente convenuto il contrario, consegne parziali che il Cliente è tenuto ad accettare e pagare. Il recesso dal contratto o qualsiasi altra risoluzione dello stesso non annullano il contratto per le consegne parziali già eseguite, a meno che la ragione per il recesso dal contratto o la sua risoluzione non riguardi anche le consegne parziali già effettuate.
  8. Garanzia:
    1. Il Fornitore garantisce che la merce consegnata corrisponde alla qualità indicata nella conferma dell’ordine.
    2. Qualora la conferma d’ordine sottoscritta non includa indicazioni sulla qualità dei prodotti o la consegna venga effettuata senza conferma d’ordine, il Fornitore garantisce che la merce presenterà la qualità o le funzionalità comuni per merce di quel tipo nel luogo della produzione e che il Cliente può ragionevolmente aspettarsi.
    3. Le descrizioni della merce presenti in annunci pubblicitari o in altre dichiarazioni pubbliche non rappresentano una descrizione della qualità della merce. Se il Cliente ha ricevuto un campione, la merce è considerata conforme se corrisponde al campione.
    4. Difformità di dimensioni, peso o qualità sono ammesse nel quadro delle norme concordate o vigenti nel paese del Fornitore. Lo stesso vale per le consuete tolleranze nella rilevazione delle quantità in base a principi aritmetici.
    5. Per la merce indicata come di minore qualità, ovvero di "seconda scelta", la garanzia è limitata alle proprietà previste in base alla specifica etichettatura dei prodotti.
    6. Decliniamo qualsiasi responsabilità per eventuali difformità nelle tonalità cromatiche della merce dovute alla produzione e ai materiali utilizzati.
    7. Per la determinazione della conformità al contratto e l’inizio del periodo della garanzia fa fede il momento in cui il Cliente viene informato che la merce è pronta per la spedizione o, qualora la merce sia già stata inviata, il momento della consegna al primo vettore; ciò vale anche nel caso in cui la spedizione venga effettuata dal Fornitore stesso. Il periodo di garanzia è pari a due anni; l’eventuale eliminazione di vizi non ne comporta l’estensione.
    8. Qualora il Cliente effettui un reclamo entro i termini prestabiliti e dimostri la mancata conformità della merce, il Fornitore ha il diritto di eliminare il difetto di conformità entro un termine ragionevole, rimuovendo il difetto stesso (correzione) o sostituendo la merce. Laddove la correzione o la sostituzione fossero impossibili da effettuare o richiedessero al Fornitore un dispendio di risorse sproporzionato, il Cliente potrà rivendicare solo la risoluzione del contratto. È esclusa la richiesta di riduzione del prezzo. Il Fornitore è autorizzato ad effettuare diversi tentativi di correzione. Il Cliente è autorizzato a restituire la merce solo con il consenso scritto del Fornitore. L’importo dell’acquisto sarà accreditato in ogni caso al massimo per il 90% della somma effettivamente corrisposta. Le spese e il rischio del trasporto sono a carico del Cliente.
    9. Qualora sia stato il Fornitore a causare il difetto di conformità, il Cliente può chiedere il risarcimento dei danni solo sotto forma di correzione o sostituzione. Qualora tale correzione o la sostituzione fossero impossibili da effettuare oppure determinassero spese sproporzionate, il Cliente può richiedere il risarcimento dei danni in denaro solo nel caso in cui ciò possa essere dimostrabilmente ricondotto a dolo o colpa grave del Fornitore. Anche il risarcimento per danni indiretti generati dal difetto è ammesso con tale restrizione.
    10. Il diritto alla garanzia decade qualora la merce venga alterata, elaborata o utilizzata impropriamente. Il Fornitore non è tenuto al pagamento delle spese derivanti dalle azioni correttive effettuate dal Cliente stesso o da un terzo da questi incaricato senza il suo consenso scritto.
    11. È esclusa l’applicazione del diritto particolare di regresso ai sensi dell’art. 933b del Codice civile austriaco.
  9. Dichiarazioni del produttore:
    1. Le rivendicazioni del diritto di garanzia offerto dal produttore della merce, anche se tale diritto viene trasferito al Cliente dal Fornitore, possono essere fatte valere solo nei confronti del produttore stesso.
    2. Il Fornitore non è responsabile per l’accuratezza delle informazioni sulla manipolazione, l’uso e il funzionamento della merce, nella misura in cui esse sono contenute in opuscoli, descrizioni tecniche o altre istruzioni; la responsabilità per la correttezza di tali informazioni ricade sul produttore o l’importatore.
  10. Risarcimento danni:
    1. Il Fornitore che violi il contratto o un obbligo ai sensi della legge è obbligato al risarcimento del danno solo in caso di dolo o colpa grave. L’onere della prova spetta al Cliente; lo stesso vale per il risarcimento dei danni indiretti generati dal difetto.
    2. Sono escluse le richieste di risarcimento per la perdita di profitti e le richieste di risarcimento delle spese per interruzione dell’attività, perdita di produzione o danni indiretti dovuti alla consegna di merce non conforme.
    3. Il contratto concluso tra le parti non comporta alcun obbligo di tutela nei confronti di terzi. Ciò vale anche nel caso in cui sia prevedibile che un terzo sia il destinatario del servizio o venga a contatto con la merce.
    4. Il diritto al risarcimento decade in ogni caso con la lavorazione o la trasformazione della merce consegnata o la rivendita della stessa senza che venga data al Fornitore l’opportunità di esaminare il difetto di conformità. Eventuali rivendicazioni di responsabilità o di rivalsa, inclusi eventuali diritti di risarcimento per danni indiretti generati dal difetto, sono inoltre limitati al 50% dell’importo concordato nel rispettivo ordine e, in ogni caso, a 20.000,00 € e cadono in prescrizione entro sei mesi dalla data della prima individuazione dei danni e del soggetto tenuto al risarcimento.
  11. Responsabilità del prodotto:
    1. Fa eccezione alle limitazioni previste al punto 10 l’inderogabile responsabilità per prodotti difettosi, a condizione che provochino lesioni, morte o compromettano la salute delle persone.
    2. È esclusa la responsabilità per danni materiali dovuti a un difetto del prodotto per tutte le imprese coinvolte in produzione, importazione e distribuzione. Il Cliente si impegna a trasferire tale esclusione di responsabilità anche ai suoi acquirenti. Sono escluse richieste di risarcimento ai sensi delle disposizioni di legge di cui al paragrafo precedente, a meno che il richiedente possa dimostrare che l’errore è stato causato dal Fornitore e almeno in seguito a colpa grave. Sono esclusi i diritti di rivalsa del Cliente nei confronti del Fornitore (in particolare ai sensi dell’art. 12 della legge austriaca sulla responsabilità per danno da prodotti difettosi).
  12. Prezzi e modalità di pagamento:
    1. I prezzi del Fornitore si intendono, salvo diversi accordi, franco stabilimento o magazzino indicato nella conferma d’ordine, compreso l’imballaggio ed esclusa l’assicurazione sul trasporto, le spese di trasporto ed, eventualmente, di montaggio. Tutti i prezzi sono indicati in euro, IVA esclusa. Le fatture del Fornitore vanno saldate entro il termine di pagamento indicato in fattura. La merce e i servizi non inclusi nelle tariffe saranno addebitati in base ai costi e le ore di lavoro effettivi. Per la consegna di piccole quantità viene fatturato un supplemento a copertura delle spese aggiuntive.
    2. Tasse e spese contrattuali, spese di esportazione e importazione, nonché spese di esecuzione, dazi e tasse doganali, commissioni amministrative e simili sono a carico del Cliente.
    3. I prezzi del Fornitore sono stilati in conformità al costo del lavoro e dei materiali in vigore al momento della conferma d’ordine e, qualora questi aumentino nel periodo compreso tra la data della sottoscrizione e dell’esecuzione del contratto, il Fornitore è autorizzato (i) a trasferire tali aumenti al cliente o (ii) a recedere dal contratto. Lo stesso vale per altri aumenti fuori del controllo del Fornitore, quali tasse, dazi e tariffe di trasporto.
    4. Tutti i prezzi sono fissati alla data della conferma d’ordine scritta; qualora essa non venga redatta o non vi siano indicati i prezzi, si applicano i prezzi riportati nel listino prezzi del Fornitore validi al momento della consegna.
    5. Se la consegna è prevista oltre due mesi dopo la conclusione del contratto o qualora la consegna venga effettuata, per motivi non imputabili al Fornitore (vale a dire, in particolare, i motivi di cui al punto 5), oltre due mesi dopo la conclusione del contratto, il Fornitore può richiedere l’applicazione del prezzo attualmente indicato nel listino prezzi anziché il prezzo comunicato inizialmente. Il Fornitore ha il diritto di adeguare il prezzo fino alla consegna (a) in caso di cambiamento dei tassi di cambio, (b) in caso di aumento dei costi dovuti a carico non completo, ostruzione o impedimento delle condizioni di carico e trasporto, (c) in caso di modifica del percorso di trasporto in seguito a circostanze non imputabili al Fornitore e (d) in caso di cambiamento delle spese di trasporto, tasse, dazi e imposte, qualora il Fornitore (punto 3) abbia effettuato personalmente la spedizione. L’adeguamento del prezzo deve essere effettuato in base a tali componenti di costo e proporzionalmente alla loro quota nel prezzo complessivo.
    6. I pagamenti possono essere effettuati con effetto liberatorio solo sul conto del/i titolare/i specificato/i nella fattura; i pagamenti effettuati a rappresentanti o spedizionieri non esonerano il Cliente dall’obbligo di pagamento. L’importo della fattura va pagato senza detrazioni al momento del ricevimento della stessa. Il termine di scadenza per il pagamento è indipendente dal fatto che un cliente abbia avuto l’occasione di controllare la merce o abbia constatato difetti o danni alla stessa. Qualora la merce sia oggetto di consegne parziali, il Fornitore è autorizzato a emettere fatture parziali. Il Fornitore si riserva il diritto di richiedere il pagamento anticipato o una garanzia di pagamento qualora sussistano dubbi sulla solvibilità del Cliente o sulla sua disponibilità al pagamento.
    7. Sono previsti sconti per il Cliente solo se esplicitamente concordati per iscritto. Gli sconti derivanti da fatture parziali già saldate decadono in caso di ritardo nel pagamento di altre fatture parziali o della fattura complessiva.
    8. Qualora vi siano vari crediti in sospeso, i pagamenti del Cliente andranno a compensare l’importo della fattura con data precedente. In relazione ai singoli crediti vengono coperte prima le spese di riscossione del credito, quindi gli interessi e infine il capitale. Non è ammessa una diversa gestione del pagamento dei crediti da parte del Cliente.
    9. In caso di ritardo nel pagamento, si applicano interessi di mora al tasso di interesse di riferimento maggiorato di 8 punti percentuali. Il Fornitore ha inoltre il diritto di chiedere la risoluzione del contratto, in tutto o in parte.
    10. Il Cliente non è autorizzato, senza il consenso scritto del Fornitore, a compensare i suoi obblighi di pagamento con i propri crediti o a trattenere, per qualsiasi motivo, il pagamento della merce.
  13. Riserva di proprietà:
    1. Tutte le merci e le forniture rimangono di proprietà del Fornitore fino al completo pagamento. Inoltre il Fornitore si riserva la proprietà delle merci fino al completo pagamento di tutti i crediti derivanti dal negozio giuridico (anche in caso di pagamento della merce); tra questi si annoverano anche tutti i crediti accessori.
    2. Qualora i crediti derivanti dalla consegna vengano inseriti in una fattura in corso, la riserva di proprietà garantisce il saldo più elevato ancora in sospeso.
    3. In caso di decadenza della riserva di proprietà, la proprietà della merce, unitamente alla lavorazione, il raggruppamento o la combinazione della stessa con altra merce, viene trasferita al Fornitore, che accetta il trasferimento. Il Cliente rimane in questo caso il custode della merce, senza diritto ad alcun compenso.
    4. Qualora la merce in riserva di proprietà venisse rivenduta dal Cliente, il credito derivante da tale vendita subentrerà alla proprietà della merce stessa. Tale credito verrà ceduto al Fornitore dal momento della sua insorgenza. Questi acquisirà la proprietà delle somme in entrata sotto forma di costituto possessorio del Cliente. Il Cliente è tenuto ad annotare tale cessione nei libri contabili e nelle fatture in uscita e inoltre ad informare il destinatario della merce.
    5. Il Cliente deve assicurare la merce in riserva di proprietà contro incendio, furto e danni da parte di terzi. Egli assegnerà al Fornitore i diritti sui crediti derivanti dal contratto di assicurazione e ne informerà l’assicuratore. Il Cliente non è autorizzato a offrire garanzie contrattuali con la merce in riserva di proprietà. Qualora la merce in riserva di proprietà venga interessata da azioni esecutive, il Cliente deve informare l’organo esecutivo relativamente alla proprietà di terzi e notificare inoltre il Fornitore al più tardi entro 24 ore.
    6. Laddove il Cliente sia in ritardo con il pagamento garantito dalla riserva di proprietà, il Fornitore ha il diritto di prendere possesso della merce in qualunque momento, anche se il contratto non è ancora stato risolto (diritto di ritiro).
  14. Buoni acquisto:
    1. I buoni acquisto possono essere utilizzati in tutte le filiali austriache. Tra il Fornitore e il Cliente si intende convenuto che i buoni possano essere utilizzati solo una volta. Non è prevista una liquidazione in contanti. I buoni hanno una validità di 3 anni a partire dalla data di emissione. I buoni presentati in ritardo perdono la propria validità.
  15. Accrediti:
    1. Gli accrediti vengono effettuati automaticamente dal sistema informatico e riportano un numero di serie e una data. È convenuto che gli accrediti abbiano una validità di 3 anni a partire dalla data di emissione. Gli accrediti presentati in ritardo perdono la propria validità.
  16. Luogo di esecuzione, foro competente, legislazione applicabile:
    1. Per le consegne e i pagamenti il luogo di adempimento è la sede del Fornitore, anche se il trasferimento della merce avviene in un luogo diverso.
    2. In caso di controversie derivanti dalle presenti Condizioni o dai contratti conclusi con il Fornitore o dovute a violazioni, risoluzione o annullamento delle Condizioni o del contratto, incluse le controversie circa l’applicabilità o la mancata applicabilità delle presenti Condizioni o di un contratto con il Fornitore, i contraenti convengono sulla competenza esclusiva del tribunale di Zwettl o Krems, Austria.
    3. Per tutte le questioni relative all’interpretazione delle presenti Condizioni o di tutti i contratti conclusi con il Fornitore si applica esclusivamente il diritto formale e materiale austriaco, ad esclusione della Convenzione sui contratti per la vendita internazionale (CISG) e altre norme di rinvio.
  17. Note generali:
    1. Qualora una qualsiasi disposizione delle presenti Condizioni perdesse di validità, ciò non pregiudicherà la validità delle restanti disposizioni. In caso di lacune, i contraenti si impegnano ad adottare una disposizione che si avvicini il più possibile al risultato economico della clausola invalida.
    2. La cessione dei crediti del Cliente è valida soltanto con il consenso scritto del Fornitore. Il Fornitore, dal canto suo, è autorizzato a cedere i propri crediti.
    3. Atti oppure omissioni del produttore, del subfornitore o del vettore non sono imputabili al Fornitore.
    4. Il Cliente accetta che i suoi dati personali vengano automaticamente memorizzati e trattati dal Fornitore.
    5. Il Cliente autorizza il Fornitore ad inviare una richiesta all’Associazione austriaca di protezione del credito 1870 al fine di consultare la banca dati del credito commerciale. Autorizza inoltre l’inserimento del suo nominativo, in caso di ritardo nel pagamento, unitamente a tutte le informazioni sul credito commerciale, in tale banca dati, rendendoli accessibili a terze parti.